A casa dopo l’uragano (1960)

Dramma familiare dalle tinte forti, ma dai toni mai troppo enfatici, imponente nelle caratterizzazioni e torrido nelle tematiche. Un enorme vaso di Pandora pieno di vizi, segreti, passioni e rabbia, ma anche uno straordinario racconto di formazione. La storia è un classico melodramma tipico della vecchia Hollywood, rinnovato nello stile dallo splendido Technicolor di Vincente Minnelli.

Continua a leggere “A casa dopo l’uragano (1960)”

SOS Fantasmi (1988)

Canto di Natale di Dickens è sicuramente una delle piĂą belle storie natalizie, e proprio per questo il cinema lo ha rielaborato negli anni, realizzandone tantissime versioni, alcune piĂą fedeli all’originale, altre modernizzate o liberamente ispirate, altre ancora realizzate con pupazzi o a cartoni animati. Questo film non fa eccezione e nonostante sia considerato una versione “minore” del capolavoro di Dickens, rimane abbastanza fedele all’originale, anche se la storia è ambientata ai giorni nostri e il regista si è preso qualche libertĂ .

Continua a leggere “SOS Fantasmi (1988)”

Seduzione mortale (1953)

Un classico del genere, un affascinante noir dalle atmosfere torbide. Il titolo dice giĂ  tutto, curiosamente in italiano come in originale (Angel face): c’è una fanciulla, tanto innocente e indifesa all’apparenza, quanto letale nella sostanza, e c’è un giovane, sempliciotto e un po’ ingenuo, come spesso diventano gli uomini in presenza di certe donne, che ne subisce irrimediabilmente il fascino. L’intreccio, di per sĂ© non originalissimo, si avvale di due grandi di Hollywood, qui ancora molto giovani: Robert Mitchum, che qualcuno, non a caso, ha definito l’anima del noir, e un’insolita Jean Simmons nel ruolo della dark lady. Oltre naturalmente alla regia di Otto Preminger che qui sfoggia tutte le sue abilitĂ  di messa in scena.

Continua a leggere “Seduzione mortale (1953)”