A history of violence (2005)

Cronenberg è famoso per la sua capacitĂ  di sconcertare lo spettatore. Con questo film riesce a sorprenderci senza far ricorso a particolari effetti speciali, pur conservando il suo stile particolare. Lontanissimo dal cinema di genere, anche se pubblicizzato come un thriller, è un film profondo e riflessivo. Basato sull’omonima graphic novel di John Wagner, è una coinvolgente analisi dell’effetto che la violenza può avere su una comunitĂ  e su una famiglia affiatate, ma soprattutto è un’approfondita indagine sull’essenza animale insita in ognuno di noi, nascosta da quella maschera che chiamiamo “civiltà”.

Continua a leggere “A history of violence (2005)”

Secret window (2004)

Tra gli adattamenti dei romanzi di Stephen King, ci sono film entrati a buon titolo nella storia del cinema, come Shining o Le ali della libertà, per non parlare de Il miglio verde. Anche se Secret window non passerà alla storia come un classico, è un thriller psicologico ben realizzato che trascende la mediocrità. Inquietante, senza essere spaventoso, è pervaso da un’opprimente atmosfera di dubbio e di attesa che tiene incollati allo schermo, anche quando non succede nulla.

Continua a leggere “Secret window (2004)”