Come rubare un milione di dollari e vivere felici (1966)

Una commedia leggera e piacevolissima ancora oggi, pur lontana da altri capolavori di Audrey Hepburn molto piĂą famosi. Un mix perfettamente riuscito di due sottogeneri, che prende in prestito elementi da entrambi senza cadere negli stereotipi dell’uno o dell’altro. Il titolo italiano, piĂą completo dell’originale, tradisce il contenuto della storia e ne anticipa il finale. Il film, infatti, fonde il racconto di un furto, per molti versi comico e di certo originale, con una romantica storia d’amore tra i due protagonisti.

Continua a leggere “Come rubare un milione di dollari e vivere felici (1966)”

Vacanze romane (1953)

Splendida commedia brillante, direi ineguagliata a tutt’oggi, frutto di un favorevolissimo allineamento astrale, che riunisce il grande William Wyler alla regia, la deliziosa Audrey Hepburn e l’affascinante Gregory Peck, nei panni dei due protagonisti, e la meravigliosa location romana che allora aveva davvero tutta la sua Grande Bellezza da mostrare. Un capolavoro assoluto, misto di classe indiscutibile, romanticismo fresco e pulito, e quell’umorismo leggero che riempie il cuore di gioia e fa sorridere l’anima.

Continua a leggere “Vacanze romane (1953)”

My Fair Lady (1964)

Sono passati quasi 60 anni dall’uscita di questo capolavoro, eppure è ancora fresco e frizzante come una bottiglia appena stappata. Un film incantevole, con momenti divertentissimi e scene davvero spassose, sapientemente alternati a un po’ di romanticismo e tanta splendida musica. La grazia e la dolcezza di Audrey Hepburn, che si notano anche sotto i vestiti consunti della fioraia, bisticciano per tutto il film con la grigia severità di Rex Harrison, dando vita a duetti deliziosi e ancor oggi gradevolissimi.

Continua a leggere “My Fair Lady (1964)”