Piramide di paura (1985)

Questo è un film che trovo grandioso sotto tanti aspetti, ed ha la particolarità di essere una di quelle pellicole che all’uscita non hanno raccolto grandi incassi al botteghino, ma sono poi state rivalutate nel tempo, fino a diventare veri e propri cult. Il film non è solo ben fatto, interessante e originale, ma ha anche un’importanza storica nell’evoluzione della tecnica cinematografica. Come dichiara apertamente nei titoli, la storia vuole essere un affettuoso omaggio al personaggio di Sherlock Holmes, attraverso una vicenda che non è mai stata scritta da Conan Doyle, ma che è la cronaca immaginaria del primo incontro tra il futuro detective e quello che diventerà l’amico inseparabile, l’amatissimo dottor Watson.

Continua a leggere “Piramide di paura (1985)”

Un’avventura terribilmente complicata (1995)

Dopo il clamoroso successo di Quattro matrimoni e un funerale, il regista Mike Newell cambia completamente registro, e sceglie di lavorare di nuovo con Hugh Grant, ma in un dramma oscuro, cinico e profondamente cupo. La differenza tra commedia e tragedia a volte è solo una questione di sfumature. Entrambi i film ruotano attorno a una storia d’amore e seguono vari personaggi che s’incontrano e si scontrano in quella folle girandola che è l’innamoramento, ma qui il tono si fa decisamente più serio.

Continua a leggere “Un’avventura terribilmente complicata (1995)”