Operazione sottoveste (1959)

Non so se esiste una classifica dei film più trasmessi in televisione, ma se esiste, questa pellicola deve essere al primo posto. C’è stato un periodo in cui passava almeno una volta all’anno, talvolta due. Eppure, visto e rivisto, si guarda sempre volentieri. È il primo grande successo di Blake Edwards, regista che ha consegnato alla storia del cinema capolavori come Colazione da Tiffany o La grande corsa, oltre alla lunga serie della Pantera rosa con Peter Sellers.

Continua a leggere “Operazione sottoveste (1959)”

Susanna! (1938)

Nonostante gli anni che ha sulle spalle, questo film resta una delle commedie più riuscite della storia del cinema, con un ritmo brioso raramente eguagliato e una coppia di attori splendidamente assortiti. La regia impeccabile di Hawks dirige la coppia Hepburn-Grant riuscendo ad armonizzare alla perfezione le differenze e sfruttando a pieno la verve brillante di entrambi. La storia è semplice, ma proprio la sua linearità permette un mix equilibrato tra tutti gli elementi della vicenda.

Continua a leggere “Susanna! (1938)”

Benny & Joon (1993)

Ho adorato questo film semplice e gentile, ma straordinariamente vivo e umano. Ho trovato amabile la trama e deliziosi i personaggi, disegnati con rara sensibilità da attori, allora molto giovani, ma già decisamente bravi. La vicenda si dipana con una naturalezza incredibile, grazie a una sceneggiatura semplice e lineare, interpretata in modo poetico e originale, comunque emozionante. Una piccola storia dai grandi contenuti, con un messaggio importante.

Continua a leggere “Benny & Joon (1993)”

Saving Mr. Banks (2013)

Se c’è una cosa che Hollywood ama, è parlare di se stessa, svelare i dietro le quinte dei suoi capolavori, regalando al pubblico curiosità e gossip su personaggi e film entrati nella storia del cinema. E quando fa questo tipo di operazione-verità, di solito rivela particolari succulenti che il grande pubblico ignora, perché noti solo agli addetti ai lavori o ai pochi informati sui fatti. Conosciamo tutti il film Mary Poppins, sappiamo che è stato un enorme successo e che la tata volante è diventata un fenomeno mondiale. Quello che pochi sapevano prima dell’uscita di questo film, è che ci sono voluti più di vent’anni prima che il capolavoro fosse realizzato e che la sua gestazione è stata molto difficoltosa.

Continua a leggere “Saving Mr. Banks (2013)”

Effetto notte (1973)

Ho cominciato ad amare il cinema dopo aver visto questo film. È stato una rivelazione, come una scintilla improvvisa che mi ha acceso dentro un fuoco. In realtà il cinema mi è sempre piaciuto, ma dopo aver visto Effetto notte non sono più stata capace di guardare un film senza analizzarlo, studiarne i particolari, immaginarne i retroscena, il non visto, ovvero tutto quello che succede dall’altra parte dello schermo. Perché è proprio quello che Truffaut cerca di spiegare con questa originale pellicola.

Continua a leggere “Effetto notte (1973)”

Mezzanotte nel giardino del bene e del male (1997)

Un film molto particolare, questa ennesima prova di Clint Eastwood dietro la macchina da presa, difficilmente definibile, ma dotato di grande fascino. E’ un po’ giallo, un po’ dramma e un po’ commedia, nell’ultima parte anche film processuale, ma è soprattutto un ritratto pittoresco e suggestivo del profondo sud degli Stati Uniti.

Continua a leggere “Mezzanotte nel giardino del bene e del male (1997)”

Marigold Hotel (2011)

In mezzo a tanti teen movie, commediole inconsistenti popolate di giovani adolescenti in preda agli ormoni, questo film è una perla rara. Una commedia garbata e divertente, interpretata da un cast over 60 ancora in perfetta forma, che dimostra di voler assaporare la vita e amare, anche se l’adolescenza è finita da un pezzo. Ambientata nell’affascinante India tanto amata dai turisti, è una deliziosa commedia tipicamente britannica, diretta da John Madden e interpretata da alcuni dei migliori rappresentanti del cinema d’Oltremanica. Judi Dench, Bill Nighy, Penelope Wilton, Maggie Smith, Tom Wilkinson, Celia Imrie e Ronald Pickup, con la partecipazione straordinaria di Dev Patel, animano questa variopinta carrellata di personaggi in cerca d’amore.

Continua a leggere “Marigold Hotel (2011)”

Sirene (1990)

Molto tempo fa, quando Cher era ancora biodegradabile, Winona Ryder danzava sotto la neve in Edward mani di forbice e Christina Ricci era piccola e dolce, Richard Benjamin le mise insieme in questa commedia romantica e un po’ folle. A questo trio femminile decisamente originale, pensò di affiancare Bob Hoskins nell’improbabile ruolo di seduttore. Ne è venuto fuori un film divertente e fuori dagli schemi, bizzarro come i suoi protagonisti, ma piacevole come la musica anni ’60 che gli fa da colonna sonora.

Continua a leggere “Sirene (1990)”

Il club degli imperatori (2002)

Ho scoperto questo film anni fa, perché sono sempre stata attratta da storie che avessero a che fare con il ruolo dell’insegnante, e amo molto Kevin Kline, che trovo un interprete particolarmente sensibile e versatile. In realtà questa pellicola avrebbe avuto tutte le carte in regola per avere molto più successo, sia per le tematiche proposte che per la prova di recitazione degli interpreti; invece è rimasto un film minore, non famosissimo, e a tutt’oggi, quando ne parlo, spesso mi trovo di fronte qualcuno che non lo ha mai neppure sentito nominare. Personalmente lo trovo splendido e ve lo consiglio, se non lo avete mai visto, soprattutto se avete amato L’attimo fuggente, perché, per certi versi, riesce ad essere persino più bello.

Continua a leggere “Il club degli imperatori (2002)”

Will Hunting – Genio ribelle (1997)

Un messaggio non originale, ma rinnovato nella forma, quello di questa storia scritta a quattro mani da Matt Damon e Ben Affleck, giustamente premiata con l’Oscar. Ma una buona sceneggiatura da sola non basta a fare un buon film, invece Will Hunting riesce ad affascinare dall’inizio alla fine, merito degli attori che si calano nei personaggi e interagiscono tra loro in maniera naturale, con una chimica che non si vede spesso, e merito anche di una regia che sa assecondarli senza forzature, accompagnando la storia nei momenti più drammatici e in quelli più divertenti, sempre con il ritmo giusto.

Continua a leggere “Will Hunting – Genio ribelle (1997)”