Vacanze romane (1953)

Splendida commedia brillante, direi ineguagliata a tutt’oggi, frutto di un favorevolissimo allineamento astrale, che riunisce il grande William Wyler alla regia, la deliziosa Audrey Hepburn e l’affascinante Gregory Peck nei panni dei due protagonisti, e la meravigliosa location romana che allora aveva davvero tutta la sua Grande Bellezza da mostrare. Un capolavoro assoluto, misto di classe indiscutibile, romanticismo fresco e pulito, e quell’umorismo leggero che riempie il cuore di gioia e fa sorridere l’anima.

Continua a leggere “Vacanze romane (1953)”

Ricatto d’amore (2009)

Questa riuscita commedia sentimental-brillante è più o meno l’esatto contrario di Due settimane per innamorarsi, dove al posto del capo egocentrico ed esigentissimo c’è una dirigente rigidissima ed estremamente pretenziosa, mentre l’assistente vessato e sfruttato oltre misura questa volta è il maschietto, costretto ad assecondare le pretese della sua insopportabile principale oltre ogni immaginazione.

Continua a leggere “Ricatto d’amore (2009)”

Due settimane per innamorarsi (2002)

Questa pellicola ha le carte giuste per piacere, perché è un’ottima miscela di romanticismo e commedia brillante, che si avvale tra l’altro di una coppia davvero ben assortita: Bullock e Grant, belli, simpatici e irresistibili. Se non amate questi attori, allora lasciate perdere, perché il film si regge essenzialmente sulla loro alchimia. Purtroppo dalle storie d’amore è difficile aspettarsi qualcosa di nuovo, tutto è abbastanza prevedibile, il finale scontato, l’atmosfera patinata e, in questo caso, glamour, visto l’ambiente in cui si svolge la storia. Eppure questo film riesce a non annoiare, anzi tiene vivo l’interesse dello spettatore catalizzandolo non tanto sulla storiellina in sé, tutto sommato banale, ma sui ritratti psicologici dei personaggi, sui loro caratteri così diversi eppure così complementari, così apparentemente lontani, ma sostanzialmente tanto simili da attrarsi irrimediabilmente.

Continua a leggere “Due settimane per innamorarsi (2002)”

Notting Hill (1999)

Cinque anni dopo i quattro matrimoni che gli hanno dato fama internazionale, Hugh Grant fu nuovamente chiamato ad essere protagonista di una commedia sentimentale di gran successo, riproponendo la caratteristica più amata del suo personaggio: quell’anima semplice e tenera, da bravo ragazzo della porta accanto, che tutte noi vorremmo incontrare almeno una volta nella vita.

Continua a leggere “Notting Hill (1999)”

Quattro matrimoni e un funerale (1994)

Un classico che ha fatto innamorare intere generazioni sulle note di Love is all around you e che ha cambiato le nostre abitudini. PerchĂ©, ammmettiamolo, dopo averlo visto, nessuno di noi ha piĂą sbuffato ricevendo l’invito a un matrimonio. Una commedia sfacciatamente british, che è il risultato di una perfetta sinergia tra un cast indovinatissimo, una sceneggiatura spumeggiante, location intriganti e una regia che ha saputo coordinare il tutto con grande classe.

Continua a leggere “Quattro matrimoni e un funerale (1994)”

Serendipity – Quando l’amore è magia (2001)

Forse qualcuno conosce il significato della parola che dĂ  il titolo al film. Sicuramente molti lo hanno imparato proprio dopo l’uscita di questa pellicola. La parola trova la sua origine nella fiaba persiana I tre principi di Serendippo (l’antico nome dello Sri Lanka), nella quale i tre principi protagonisti avevano il dono di scoprire, appunto, cose in maniera fortuita. Da qui Horace Walpole nel 1754 coniò il termine serendipity per definire l’attitudine a fare casualmente scoperte felici e inattese.

Continua a leggere “Serendipity – Quando l’amore è magia (2001)”

Appuntamento con l’amore (2010)

Anticipo San Valentino, così avete il tempo di procurarvi, se volete, questo film leggero e senza impegno, che ha il pregio di essere gradevolmente romantico, senza essere troppo sdolcinato. Firmata da Garry Marshall, già regista di Pretty Woman e Paura d’amare, questa pellicola è molto più inconsistente di altri suoi lavori: il regista si è convertito alla commedia sentimental-commerciale, mettendo da parte i grandi interpreti, per ripiegare su un gran numero di attori più o meno conosciuti. Un cast nutrito e variegato per tante piccole storie che si intrecciano in un insieme tutto sommato piacevole.

Continua a leggere “Appuntamento con l’amore (2010)”

Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Esiste l’amicizia tra uomo e donna? Ed è possibile essere soltanto amici, senza turbamenti di tipo sentimentale o gelosie? Questo film non si propone di rispondere, almeno non di dare una risposta seria, ma trae spunto da una situazione paradossale per creare una commedia romantica e divertente, dal finale tutt’altro che scontato.

Continua a leggere “Il matrimonio del mio migliore amico (1997)”

500 giorni insieme (2009)

Una commedia deliziosa, originale e divertente, che potrebbe far pensare alla solita storia romantica e che invece è qualcosa di veramente nuovo, un film davvero fuori dagli schemi. In effetti è una storia d’amore, con momenti poetici e altri malinconici, ma non è mai banale, e anche quando propone qualche stereotipo, lo fa in modo non scontato.

Continua a leggere “500 giorni insieme (2009)”

Love actually (2003)

Una delle piĂą riuscite commedie brillanti, e insieme sentimentali, degli ultimi decenni, con un meccanismo perfetto che intreccia tra loro personaggi e storie senza forzature, creando un insieme corale davvero riuscito. Non solo: pur essendo un insieme di storie d’amore ambientate nel periodo di Natale, non c’è nessun sentimentalismo esasperato nĂ© un eccesso di banalitĂ  natalizie, ma anzi le vicende dei vari personaggi sono quanto di piĂą originale e variegato si possa immaginare.

Continua a leggere “Love actually (2003)”